giovedì 13 settembre 2012

che la forza sia con me

Stamattina ho chiamato il centro. Ho chiamato io per sapere a che punto erano con la lista pubblica, loro mi avevano detto l'ultima volta che se per i primi di settembre non mi avessero chiamato potevo farlo io. Mi hanno dato appuntamento per il 27 settembre. E naturalmente una sfilza di esami che scadono ogni tre mesi e sono tutti da rifare. Non sentivo affatto la mancanza delle analisi né dei tamponi. Che palle. Devo prima fare le ricette poi lunedì andremo al centro analisi. Ormai dovrei fare quelle tesserine che fanno i negozi o i supermercati: un punto ogni 20 euro di spesa, con 100 punti un emocromo omaggio.
Questa volta voglio fare tutto con calma, voglio che sia una cosa solo  nostra, voglio concentrarmi su di noi e sul nostro bambino. Credo che a tutti gli appuntamenti potrà accompagnarmi mio marito visto che non ha impegni lavorativi. Non vado mai da sola, se lui non c'è sono sempre venuti o mia madre, mio padre o mia sorella, anche per una semplice ecografia di monitoraggio. Nella nostra famiglia vige la regola che dai medici non si va mai da soli. Invece nella sala d'aspetto incontro sempre tante ragazze venute sole, magari durante la pausa pranzo, a fare l'eco. Ma io devo farmi anche un bel po' di chilometri e prendermi almeno una mattina o un pomeriggio liberi.
Dicevo, voglio che stavolta sia una cosa solo nostra. Tutte le nostre energie concentrate su di noi e sul bambino. Mio marito mi farà anche le punture, ha un po' paura, è un fifone, l'ultima volte me le ha fatte tutte mio suocero, le altre volte un'infermiera ma sinceramente è una scocciatura. E' una cosa troppo intima e vorrei che stavolta rimanesse tra noi e poi è anche più comodo, se siamo in giro possiamo farla senza problemi. Voglio passare il pt a riposo, stavolta niente lavoro, non che cambi qualcosa ma vorrei evitare tutte le possibili fonti di stress, ci sentiamo più tranquilli così.
Non ho paura, questo è il vantaggio di fare le cose una seconda volta! So già tutto, nessuna grande novità, so cosa sono le punture, so com'è un pikup, so come è lento il tempo del pt. L'unica paura che resta è che vada male. Immagino sempre il momento in cui ritireremo la busta delle beta. Adesso so anche quello, so come batte forte il cuore in quei momenti, so come il tempo non passi mai prima del ritiro del referto, so che il sorriso dell'infermiera quando ti consegna la busta non vuol dire che è andata bene, so che la voce dentro di te che dice "ce l'hai fatta, me lo sento" può sbagliare.

Poche ore dopo aver preso l'appuntamento, dopo essermi fatta mille pippe perché il ciclo mi tornerà proprio quei giorni e quindi molto probabilmente tutto slitterà ad ottobre, e poi se gli ovetti giusti erano quelli di questo mese? e se avessi telefonato prima e l'appuntamento lo avessi avuto prima e avessi fatto in tempo col ciclo prossimo?
Dopo ho avuto notizia da mia mamma molto timorosa nel dirlo (e già questo dice tutto) che una mia cara amica è incinta. Sono stata felice di questo? No. Nessuna felicità per lei. Ecco come mi sono ridotta. Se non fossi stata in cerca di questo figlio da più di tre anni, sarei stata felice, semplicemente felice per lei. Invece sono rimasta di sasso, ferma, vuota. Ancora mi girano in testa quelle parole "A. aspetta un bambino", rimbombano nella mia testa. Cosa sono diventata? Penso a lei e a come si sentirà, penso alla gioia dei suoi familiari, cosa c'è di più bello della notizia dell'arrivo di un bambino? Penso a tutta quella felicità, ai loro sorrisi, alle loro emozioni...e provo pena per me. Perché io non so cosa siano quelle felicità, quei sorrisi e quelle emozioni. Invidia? E' questa l'invidia? Ma poi cosa importa? Anche se non gli dò un nome quei sentimenti, quel vuoto, restano dentro di me. E mi incazzo, perché voglio essere felice per lei ma non lo sono.          
Inutile che fingo, inutile mentire a se stessi.
Mi sento un verme perché mi sono anche sentita in dovere di mandarle un sms (di chiamarla non se ne parla) e le ho scritto: "ho saputo la bella notizia! Congratulazioni!". Mamma mia, che freddezza, che falsità, che orrore!
Neanche posso partecipare della gioia delle persone. Tagliata fuori. Tagliata fuori da questo vento fertile che investe tutte, tutte e dico tutte le mie amiche (normale, intorno ai 30 tutte fanno un figlio, siamo nella perfetta media nazionale!), tagliata fuori persino dal partecipare alla loro felicità.

Adesso vorrei sapere perché proprio nel giorno in cui io prendo appuntamento per la seconda icsi mi arriva questa notizia. Forse perché ero troppo positiva e felice di ripartire? Ma più banalmente non c'è un perché. E' così e basta.

Quindi lunedì andrò a fare gli esami. Il 27 appuntamento. Poi aspetteremo l'arrivo del ciclo e poi si riparte.
Che la forza sia con me.


28 commenti:

  1. Che la forza sia con te, e con voi. Ti penso.

    RispondiElimina
  2. Si, che la forza sia con voi :)
    Puoi leggerla così: la coincidenza è arrivata per dirti che anche quello è il tuo destino, quello che a breve vivrai pure tu. E' di buon auspicio!!
    Lo so, sono Miss Ottimismo da un po' di tempo a questa parte...ma se non ci crediamo noi per prime, chi può farlo per noi?
    Io sono con te, siamo anche vicinissime coi tempi, quasi in contemporanea :D Anche io voglio farmi bucare da Lui, lo trovo così romantico *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nina ho proprio bisogno di un po' del tuo ottimismo! Allora ci faremo compagnia tra punture e tempo che scorre lento!
      Certo che le nostre coppie hanno una marcia in più, chi può dire di condividere pure il momento delle punture sulla pancia? :-))))

      Elimina
  3. Sia con te Frida, io ti sono vicina per quel che posso da qui pensandoti tanto. Bella la regola della tua famiglia, miii nella mia è quasi il contrario.
    E sulle amiche incinte Frida che dire? ci sarà sempre chi ce l'ha fatta senza patemi, punture, e paure. Così come dovrebbe essere per tutte.
    Abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Sandra. Ci saranno sempre ed è giusto così. anzi per fortuna che è così...
      ricambio l'abbraccio

      Elimina
  4. Ti abbraccio, soltanto.
    Anche la mia strada è stata accidentata, seppur per motivi diversi.
    E quindi anche se non posso capire, però un po' provo ad immaginare.
    E ti abbraccio. E basta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie per il tuo abbraccio, grazie per essermi vicina.

      Elimina
  5. Non sentirti in colpa per i sentimenti che provi, non sei cattiva, ne invidiosa, non sei una brutta persona. Sei solo stanca e in balia di eventi più grandi di te. Non ci hanno programmato per gestire senpre e al meglio le emozioni. E' normale, ritroverai a vivere positivamente le emozioni a non essere arrabbaita con il mondo a far pace con Dio. Auguro a te e a Nina e tutte le altre in cerca di trovare, di fermarvi, di essere felici. Purtoppo non si scelgono i propri destini. Ah, se si potesse. Non farti domande, se è andata così era giusto che andasse così. Segui gli eventi, naturalmente e sii positiva. Lui, da uqlche parte, lo sentirà.
    Abbraccio fortissimo.
    Raffaella

    RispondiElimina
  6. Grazie Raffaella. Trovi sempre le parole giuste.

    RispondiElimina
  7. Davvero, che la forza sia con voi!
    Sono d'accordo con Nina sulla lettura dei due eventi: anche voi vi state avviando verso il traguardo!
    Ma non sentirti in colpa per l'invidia: io ho saputo della riserva ovarica la stessa settimana che ho saputo della gravidanza di una mia ex amica amicissima delle medie-superiori-universita' e mi son messa a piangere e urlare al telefono con mia mamma, ed ero pure in ufficio O_o Direi che un po' di invidia ci sta, poi passa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che tu e Nina abbiate ragione!

      Elimina
  8. Che la forza sia con voi e che insieme alla forza arrivi anche la fortuna (quella ci vuole sempre!). L'amore c'è già!
    Riguardo al non riuscire a gioire per le gravidanze altrui, credo che ogni donna infertile (che brutta parola) possa capirti. Ma con il tempo, anche questi sentimenti si addolciranno. Un bacio Frida!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che si addolciranno? io credo invece che vanno e vengono, alcuni momenti va meglio in altri ti senti propri triste.
      un bacio a te

      Elimina
  9. Se tu ti senti un verme, io non posso fare a meno di sentirmi in colpa tutte le volte che sento che alcune persone sono costrette ad affrontare calvari come i tuoi! Io ho molte amiche in questa situazione e non ti nego che sono in serio disagio tutte le volte che mi capita di parlare con loro di mio figlio e di come lui stia crescendo.
    Ti auguro che possa uscirne presto fuori da tutto questo e che il tuo cuore venga inondato di gioia!
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Clara, non è da tutti (se non ci si è passati) mostrare sensibilità per questa cosa, credimi.

      Elimina
    2. Noi donne spesso (ma non sempre) non siamo molto brave a fare gruppo! :-(
      Da una che non ci è passata e che non sa niente della tua situazione (preciso), ti dico di dedicarti anche ad altro e, se ce la fai, di liberare ogni tanto la mente da questa cosa.
      Le cose spesso arrivano quando meno ce lo aspettiamo!

      Elimina
  10. Amplio un po' il mio commento :) Concordo con Nina, se proprio vogliamo guardare le coincidenze guardiamole col bicchiere mezzo pieno, non il contrario.
    Riguardo al tuo lui. Se e' fifa, ok. Ma - prendimi col beneficio del dubbio e mandami pure a ca**re se credi :D - molti uomini detestano questo aspetto medicalizzato e ipertecnico della pma. Magari non ha nessuna voglia di bucarti.
    Ti abbraccio forte Frida. Dai dai dai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sì, pensiamo positivo! col vostro aiuto forse ci riuscirò...
      Per il mio lui è proprio fifa! Sono fortunata, mi sta molto vicino in tutta la trafila, anche negli aspetti medici. Quando ho fatto la prima puntura la volta scorsa lui non c'era perchè aveva fatto tardi al lavoro e dovevi vedere come si sentiva in colpa. ma mi è stato davvero accanto e mi ha sorretto nei momenti di difficoltà, penso che se avesse potuto le punture se le sarebbe fatte lui! E' che lui ha paura degli aghi e di farmi male ma ci faremo coraggio a vicenda, anche perchè ora so che le punture non fanno per niente male.
      P.S. e perchè dovrei mandarti a ca...re? consigli e opinioni sono ben accetti!

      Elimina
  11. Il 27 settembre è anche la data del mio compleanno! Ti mando una valanga di pensieri positivi tutti per te xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

    RispondiElimina
  12. Sì Frida, anch'io vi auguro che la forza sia con voi!!! e che tu riesca ad affrontare ogni cosa come desideri, con serenità, intimità, amore.
    I tuoi pensieri sono anche i miei, se può consolarti, ma ora non devi pensare a null'altro che a voi e al vostro viaggio!!!...
    Un abbraccio forte forte!! Forza!!! Tanta positività per te!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per il vostro sostegno e per la ventata di positività che portate qui!

      Elimina
  13. Che speriamo che tutto vada bene. Sarà stata solo causalità..che la tua amica hai avuto notizia..di essere incinta. Forza e le punture credo che tra qualche anno perché io vorrei ed per il secondo me li faccio da sola, me li faceva mia cognata che ogni volta aveva solo negatività. Ed forza ed una marea di buon inizio incrociandomi tutta e sperando un meraviglioso evento..su l'autunno ha bei colori rossi...:-)) Bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow Rosa che notizia! si pensa al secondo!

      incrociamoci tutte e speriamo in belle notizie!

      Elimina
  14. La paura è il sentimento primario, non si chiama invidia, si chiama paura.. di un milione di cose, del fururo piu in generale :-)
    Passerà, un giorno passerà... lo abbiamo provato tutte e io con te lo provo ancora..
    Ti abbraccio forte!
    ora pensa a ripartire!
    Dai che ci siamo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai non so se passerà...forse passerà quando sarò mamma? non lo so. intanto la csa più importante è imprarare a conviverci e andare avanti. ti abbraccio anche io

      Elimina